Heart tech – Come diamanti nell’oscurità

In un futuro non troppo lontano, l’Umanità, sconvolta da catastrofi naturali e minacciata dal rischio di una potente eruzione solare, è costretta a rifugiarsi all’interno di città sotterranee costruite dagli Stati più abbienti e soprannominate Tunnel.

Catapultati in una realtà oscura e restrittiva, i rifugiati sono indotti a un continuo confronto tra loro e con la comune condizione che li unisce, come avviene in una città amministrata da un gruppo ristretto di uomini: la Congrega Governativa. Alle difficoltà accentuate dalle rinunce ai comfort moderni, si contrappone il solidificarsi dei rapporti umani e vengono alla luce amicizie singolari ma profonde.

In questo scenario tenebroso, si sviluppa anche una conoscenza dai toni raggianti, quella tra Myriam e Tyler, due ragazzi con caratteri e vissuti differenti: lei solare, genuina, attorniata dalla famiglia; lui solitario, tecno-dipendente e misterioso. Grazie ai legami costruiti e ai sentimenti sperimentati, Tyler prova a mettere in discussione se stesso, ma il percorso che attende lui e gli altri rifugiati rivelerà prove e imprevisti e richiederà un indiscusso coraggio.

15.00

Condividi

About The Author

Marina Sarracino

Marina Sarracino

Marina Sarracino è nata a Napoli il 9 giugno 1987.
Lavora come correttrice di bozze e articolista nell’ambito turistico. Si è laureata in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e ha redatto contenuti per le guide di viaggio “#Emotional guide. Travel guide emozionali di Barcellona, Londra, Malta e Marsiglia” e “Traveller Guide for the city of Naples”.
Nel 2018 la Darcy Edizioni pubblica il suo romanzo “Vivere a colori”. Nel 2019 la sua poesia “Uniti come noi” viene pubblicata da Edizioni MEA nella raccolta #PrendiamoliPerMano e il suo racconto “Il cacciatore di felicità” vince il primo premio al concorso emozionARTI bandito dall’Accademia Imago. Contribuisce con un racconto all’antologia benefica “L’amore ai tempi del coronavirus”, pubblicata a sostegno della Protezione Civile durante l’emergenza Covid-19.
Ritiene che la scrittura sia l’espressione più libera e incondizionata della sua anima e un decoder della sua fantasia.

In un futuro non troppo lontano, l’Umanità, sconvolta da catastrofi naturali e minacciata dal rischio di una potente eruzione solare, è costretta a rifugiarsi all’interno di città sotterranee costruite dagli Stati più abbienti e soprannominate Tunnel.

Catapultati in una realtà oscura e restrittiva, i rifugiati sono indotti a un continuo confronto tra loro e con la comune condizione che li unisce, come avviene in una città amministrata da un gruppo ristretto di uomini: la Congrega Governativa. Alle difficoltà accentuate dalle rinunce ai comfort moderni, si contrappone il solidificarsi dei rapporti umani e vengono alla luce amicizie singolari ma profonde.

In questo scenario tenebroso, si sviluppa anche una conoscenza dai toni raggianti, quella tra Myriam e Tyler, due ragazzi con caratteri e vissuti differenti: lei solare, genuina, attorniata dalla famiglia; lui solitario, tecno-dipendente e misterioso. Grazie ai legami costruiti e ai sentimenti sperimentati, Tyler prova a mettere in discussione se stesso, ma il percorso che attende lui e gli altri rifugiati rivelerà prove e imprevisti e richiederà un indiscusso coraggio.